FANDOM


Beafanatix
Dalle ceneri di Beatrix - una minidistribuzione Linux basata su Ubuntu 5.10, nata con grandi velleità e interrotta nel 2006 - è stata prodotta la distribuzione che mi accingo a recensire e che tradisce le proprie origini sia nell'aspetto che nelle origini.

Nome e TipologiaModifica

BeaFanatix è una distribuzione Linux live/installabile completa basata su Ubuntu (versione imprecisata) orientata al desktop ed all'utenza domestica.

ProvaModifica

La prova è stata effettuata su un laptop BenQ 'JoyBook' R23E (AMD Sempron 3000+ a 1800 MHz, 768 MB di RAM e scheda grafica VIA Technologies). Tutte le dotazioni hardware e le periferiche sono state riconosciute e automaticamente configurate.

Beafanatix-splash

Tempi e opzioni di avvioModifica

Ho scaricato la distribuzione - che ha un ingombro molto limitato (156.3 MB) - ed ho proceduto alla masterizzazione di un CD con GnomeBaker. Dopo l'inserimento del CD ed il riavvio del pc, la distro si avvia mostrando la bootscreen che invita l'utente a premere i due tasti F2 e/o F3 per la scelta di una delle numerosissime opzioni tra le quali cito le principali :
- default
- fb1280x1024
- fb1024x768
- fb800x600
- failsafe
Io ho semplicemente premuto il tasto 'Invio', ma la configurazione di X è fallita e lo schermo è rimasto nero. Ho quindi riavviato il pc ed al momento di procedere all'avvio del sistema ho digitato :
fb1024x768 riuscendo quindi a far partire X.
Il caricamento del sistema è testuale e tutto assomiglia molto alle fasi di boot di Knoppix.
La bootsplash di GNOME è molto carina e il DE si carica rapidamente. Sono giunto a caricamento completo nel giro di 2 minuti circa.

Ambiente grafico ed aspettoModifica

La distribuzione si avvale di GNOME quale DE, ma nella versione 2.12.1, quindi non recente. Lo sfondo è molto 'felino' essendo rappresentato dal profilo di un magnifico gatto su sfondo blu.
La scrivania mostra le sole tre icone 'Computer', 'bea's home' e 'trash'. Manca la taskbar, mentre il dock si trova nella parte inferiore della scrivania. Questo mostra unicamente le voci dei tre tipici menu di GNOME (Applications, Places e System) e non vi sono altre icone se non quella dell'accesso rapido al desktop e quella del volume.
Le icone del sistema sono quelle classiche di GNOME e un pochino datate.
BeaFanatix ha, come descritto, un aspetto molto minimalista e questo va a favore della usabilità, ma certo che l'implementazione della versione più recente del DE avrebbe reso il tutto un po' più bello.

Beafanatix1

Dotazioni softwareModifica

BeaFanatix è un sistema dagli ingombri assai contenuti e questo va a scapito del numero di strumenti disponibili. Il prezzo più alto viene pagato dalle applicazioni grafiche e multimediali. In ogni caso quello che è offerto permette un uso adeguato del sistema da parte dell'utenza con poche pretese. Sono rimasto stupito e un pochino amareggiato dall'assenza di un gestore di pacchetti che renda facile l'installazione di quello che manca. Ma vediamo quello che questo sistema ha da offrire accedendo al menu 'Applications':

  • Graphics
    • GQview per visualizzare le immagini
    • PDF viewer per visualizzare i files PDF
  • Internet
    • Evolution per la gestione della posta
    • Firefox per navigare nel web
    • Gaim per la messaggeria istantanea
    • Pan Newsreader
    • gFTP per la gestione dei files via FTP
  • Office
    • Abiword quale word processor
    • Gnumeric quale foglio elettronico
  • Sound & Video
    • Beep Media Player come lettore multimediale
  • System Tools
    • Firestarter per la gestione di un firewall
    • GParted per la gestione delle partizioni

Come si nota c'è pochino. Purtroppo un utente alle prime armi non potrebbe mai sapere come installare nuovi strumenti se non attraverso la linea di comando (apt/get). Penso che gli sviluppatori di questo sistema avrebbero almeno potuto installare Synaptic che sappiamo essere un gestore pacchetti a prova di incapace.
Anche l'inserimento di un player musicale minimalista come XMMS avrebbe reso giustizia a questo sistema al risparmio. Clamorosamente manca un programma per la masterizzazione e questo è un peccato molto grave.

Beafanatix2

UsabilitàModifica

Il sistema in analisi è un sistema di poche pretese per chi di pretese ne ha poche e questo potrebbe essere visto come un vantaggio per la usabilità del sistema (pochi strumenti, scelta obbligata!). Tuttavia se gli sviluppatori di BeaFanatix avessero pensato ai bisogni principali di una utenza qualsiasi, avrebbero almeno dovuto inserire un programma di masterizzazione, un programma di grafica per la modifica delle immagini ed un programma per la gestione dei pacchetti.
Quello che viene offerto è usabile, ma mancano strumenti per usare appieno un sistema operativo moderno.

PregiModifica

  • Limitato ingombro
  • Pulizia e ordine
  • Buona configurabilità

DifettiModifica

  • Scarse dotazioni software
  • Assenza di un gestore di pacchetti
  • Multimedialità e grafica penalizzate
  • DE antiquato

Links utiliModifica

ConclusioniModifica

Considerare BeaFanatix un cattivo sistema sarebbe ingiusto, in fondo deriva da un sistema più che ottimo, ma considerarlo un sistema adeguato a tutti gli utenti è altrettanto ingiusto. Un principiante potrebbe farci poco con questo sistema ed un utente più smaliziato installerebbe il suo prestigioso progenitore.
BeaFanatix, insomma, manca di appeal e, allo stato attuale, non fornisce validi motivi per essere preso seriamente in considerazione o per essere installato su un pc.
Confido sugli sviluppatori affichè arricchiscano questa distribuzione che ancora non ha le unghie per graffiare.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale