FANDOM


Damnsmall

PremessaModifica

E' di qualche giorno fa la pubblicazione e il rilascio della ultima versione della distribuzione Linux che ha fatto delle ridotte dimensioni, il suo credo, Damn Small Linux (DSL). E' giunta alla versione 4.0 e porta con se molte modifiche e miglioramenti. Ho naturlamente voluto dare una occhiata a questo prodotto e l'ho voluta provare anche per voi. Vediamo

Nome e TipologiaModifica

Damn Small Linux 4.0 è una distribuzione Linux completa dichiaratamente sviluppata per l'uso su vecchi computer e per l'impiego di una distribuzione portatile, essendo installabile su una stick memory USB o su miniCD. E' derivata da Debian e si addice a utenti di medio-alta esperienza per la presenza di software non particolarmente conosciuto.

TestModifica

Il test è avvenuto in emulazione con Qemu, su un pc laptop BenQ R23E. Tutto l'hardware emulato è stato correttamente riconosciuto e configurato e non sono state impostate opzioni particolari per l'avvio.

  • Riconoscimento e caricamento del kernel = OK
  • Efficacia dei tasti funzione = OK
  • Avvio del server X = OK
  • Risoluzione video = OK
  • Opzione lingua italiana = NO
  • Opzione tastiera italiana = SI
  • Automount dei dispositivi = NO

Opzioni e Tempi di caricamentoModifica

All'avvio del sistema, una schermata semigrafica mostra la possibilità di effettuare delle scelte con l'uso dei tasti funzione F2 ed F3. In entrambe le finestre che compaiono a seguire ci sono numerosissime indicazioni su come avviare il sistema con precise opzioni in base a diversi parametri (risoluzione dello schermo, lingua, tastiera, memoria, ecc. ecc.). Io mi sono limitato a premere il tasto Invio che da avvio al caricamento del sistema. Questo viene mostrato a schermo con una boot message testuale che porta direttamente alla scrivania del sistema. Anche in seduta di emulazione, DSL viene caricato in meno di due minuti.

Ambiente grafico ed AspettoModifica

Rispetto alle versioni precedenti che prediligevano colori scuri di default ed il window manager Fluxbox, in questa versione è JWM ad essere caricato predefinitamente, forse anche in relazione alla sua maggiore amichevolezza. Un bello sfondo azzurro arricchito con dei motivi di azzurro più chiaro, colora l'intera scrivania sulla quale si staglia il monitor di sistema posto all'angolo superiore sestro e le uniche quattro icone che si riferiscono alla Home, alla directory root, alla directory delle applicazioni ed a MyDSL. In basso si trova la barra delle applicazioni/taskbar. In essa è collocato il pulsante per accedere al menu principale e le icone per le seguenti applicazioni : Terminale, EmelFM, Dillo e Firefox. Il pager presenta quattro aree. A sinistra c'è l'orologio. Diciamo che l'aspetto è carino, ma minimalista, tipico dei sistemi contenuti e non ci si può certo aspettare la varietà degli effetti visivi di DE di maggiore accuratezza ed ingombro. Rispetto alle versioni precedenti JWM appare più amichevole e adeguato ad un sistema moderno. Il menu principale è ben ordinato e diviso in macrocategorie dalle quali accedere ai programmi ed alle utility previste. Le finestre sono sobriamente decorate e le icone presenti sono abbastanza intuitive e senza fronzoli o effetti cromatici, in fondo, inutili.

Dsl-4 1

Dotazioni softwareModifica

DSL 4.0 è un sistema minimalista e le sue dotazioni software sono limitate, ovviamente, costituite da strumenti poco conosciuti, ma efficaci. Ci vuole un po' di scaltrezza per usare compiutamente questo sistema, ma una volta analizzato bene, è un sistema che consente di giocare, scrivere, disegnare, vedere foto, ascoltare musica, consultare documenti PDF e Word, gestire una rete locale, scrivere e ricevere mail, chattare, masterizzare ed altro. Insomma non mancano gli strumenti per un uso normale del computer e gli strumenti previsti si adattano molto bene a computer vecchi e poco potenti. Naturalmente è previsto l'installer sia per hard disk, che per stick memory USB. Una volta installato DSL sul pc, è ovviamente possibile scaricare e installare altri programmi, dopo avere settato la connessione sia analogica che ADSL.

UsabilitàModifica

DSL è un sistema non adatto a principianti o utenti casuali. La scelta di contenere un sistema in poco spazio, ha portato alla scelta di strumenti e soluzioni minimali, al confronto con sistemi ad alte prestazioni e richieste di potenza. Configurare la connessione, la tastiera, masterizzare o fare tante altre cose, richiede spesso la linea di comando e il terminale regna spesso sovrano a discapito di strumenti grafici corrispettivi. Chi usa DSL per la prima volta potrebbe rimanerci male e avere delle difficoltà, ma con qualche sforzo di volontà si può arrivare ad usare un sistema scattante e potente.

Dsl-4 2

PregiModifica

  • Leggerezza
  • Rapidità di risposta agli input
  • Aspetto grafico migliorato
  • Ricchezza delle dotazioni in relazione all'ingombro del sistema
  • Grande compatibilità hardware

DifettiModifica

  • Aspetto desueto e un po' "vecchio"
  • Uso sovente della shell
  • Strumenti poco conosciuti

Links utiliModifica

ConclusioniModifica

Damn Small Linux è unb sistema che sfida i grandi con mezzi molto modesti, ma efficaci. E' uno stimolo alla conoscenza ed una sfida per chi lo vuole usare con competenza e soddisfazione. Si rivela essere un sistema adatto a computer di 4 o 5 anni fa e richiede a questi un minimo di sforzo per dare quelle soddisfazioni che, con altri esosi sistemi, non sarebbero nemmeno immaginabili. DSL è un sistema per chi non si arrende!

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale