Fandom

LinuxWiki

Distrowatch Weekly 218

348pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
Distrow.png
La settimana che ha dato inizio a settembre è stata molto tranquilla in termini di release delle distribuzioni, ma certamente ricca di eventi per quanto riguarda il fronte del software open source. Il problema dello standard OOXML (Office Open XML), sviluppato e presentato da Microsoft, sembra morto in molte parti del mondo - grazie alla continua opera di lobbying da parte della comunità open source; visitate Groklaw.net per una informazione adeguata. Nel frattempo, gli sviluppatori del kernel BSD e Linux hanno avuto scambi verbali al riguardo di alcuni driver di dispositivi rilasciati sotto una duplice licenza BSD/GPL. Al riguardo del desktop, sia X.Org che KDE hanno annunciato dei dilazionamenti al riguardo delle loro release; mentre X.Org 7.3, era originariamente programmato per il rilascio la settimana scorsa, sarà posticipato solo di alcuni giorni (5 settembre), il largamente anticipato KDE 4.0 è stato ora dilazionato di due mesi (20 dicembre). Come risultato, molte distribuzioni hanno rivisto i propri piani nell'inclusione di KDE 4.0 nelle loro prossime release; il progetto Fedora ha già annunciato che non uscirà con il nuovo KDE in Fedora 8 ed altre distribuzioni hanno deciso di attendere. Tuttavia agli utenti che sono interessati nel testing di KDE 4.0 può essere offerta l'opzione di avere una release di anteprima con Kubuntu e openSUSE, le possibili candidate ad un arangiamento dedicato.

UbuntuModifica

MiniUbuntu.png
Sebbene la prossima release di Ubuntu, versione 7.10 e nome in codice "Gutsy Gibbon", sia ancora in alpha testing, Canonical ha già annunciato dei dettagli circa la nuova versione della popolare distribuzione. Programmata per il rilascio nell'aprile 2008 e con nome in codice "Hardy Heron", sarà la seconda release caratterizzata dalla sigla LTS (Long Term Support). Jono Bacon: "Sono lieto di avere il piacere di annunciare Hardy Heron (Ubuntu 8.04), la prossima versione di Ubuntu che succederà a Gutsy Gibbon (Ubuntu 7.10, prevista per il rilascio a ottobre). Non solo la comunità di Ubuntu continuerà a fare il meglio possibile, produrre una piattaforma affidabile, libera e facile da usare, ma questa release sarà orgogliosamente nella versione Long Term Support (LTS) e supportata con aggiornamenti di sicurezza per 5 anni nella versione server e per 3 anni nella versione desktop. Stiamo progettando di rilasciare Hardy Heron in aprile 2008."

XubuntuModifica

MiniXubuntu.png
Xubuntu, uno dei sottoprogetti ufficiali di Ubuntu caratterizzato dal sempre più popolare desktop Xfce, sembra essere alla ricerca di una identità. Sebbene sia una eccellente alternativa per quegli utenti che vogliono un desktop environment leggero, alcuni utenti trovano che la crescente preferenza di Xubuntu per le applicazioni GTK+ possono eventualmente rendere marginale la distribuzione: "Se questa 'Gnomizzazione' dovesse proseguire, la unica differenza tra Ubuntu e Xubuntu sarà solo il desktop manager. Comunque il layout è pressochè il medesimo. Tra l'altro -- il gestore di sessione, le utilità, le applicazioni e altro -- saranno probabilmente presi in prestito dalla edizione GNOME. ... Quindi in sintesi abbiamo una distribuzione completa che ha poco seguito, che è indistinguibile dalla edizione più conosciuta, che contiene lo stesso software come il suo fratello maggiore e che soffre degli stessi aggravi -- larghezza di banda, spazio server, whatever -- per qualcuno da qualche parte, probabilmente in un ufficio dell'isola di Man."

FreeBSDModifica

MiniFreebsd.png
Seguendo l'esempio delle introduzione di Debian di un installer di sistema point-and-click in "Etch", sembra che FreeBSD sia il prossimo sistema operativo open source principale che incorporerà un installer grafico, insieme al suo provato "sysinstall". Pianificato per l'inclusione in FreeBSD 7.0, la prima alpha release di "finstall", l'installer di FreeBSD, è stato annunciata la scorsa settimana: "Ho creato una immagine ISO con l'installer incluso che può essere usato principalmente per il testing. Il live CD è una installazione pienamente operativa di FreeBSD 7-CURRENT (i386) con X.Org 7.0, Xfce 4.2 desktop environment, Firefox, Thunderbird e numerose utilità. La versione dell'installer inclusa in questo live CD è una versione di test, più vicina ad una anticipazione tecnologica che ad una applicazione usabile. Può solamente installare il sistema su un hard disk non partizionato ed è stato testato solo su VMware." Gli alpha tester interessati possono scaricare il live CD con "finstall" da qui: [href="http://ivoras.sharanet.org/stuff/freebsd7-finstall-alpha.iso.bz2 freebsd7-finstall-alpha.iso.bz2] (427MB).

Debian GNU/LinuxModifica

MiniDebian.png
Il progetto Debian GNU/Linux ha annunciato un aggiornamento importante alla infrastruttura del suo database dei pacchetti presso packages.debian.org, che genera contenuti automaticamente e potenzia le caratteristiche di ricerca. Highlights: "Praticamente tutte le pagine sono generate automaticamente invece della loro generazione in forma statica; questo codice finalmente sostituisce grep quale strumento per ricerche testuali con un motore di ricerca vero (Xapian) che velocizza queste ricerche in modo considerevole; queste ricerche consentono l'uso di più di una chiave di ricerca; layout di pagina migliorato e più compatto; include informazioni sui pacchetti dai seguenti archivi : ftp.debian.org, security.debian.org, volatile.debian.org, amd64.debian.net (sarge), gnuab.org (kfreebsd, armel), backports.org; supporto basico debtags."

Mandriva LinuxModifica

MiniMandriva.png
Infine, Karsten Kurze ha inviato una email per annunciare un nuovo numero di MagDriva, una rivista comunitaria dedicata agli utenti ed ai fans di Mandriva Linux: "Abbiamo completato il nostro primo numero internazionale di MagDriva in inglese. Wolfgang Bornath, l'amministratore di MandrivaUser.de ha fatto il seguente annuncio: MagDriva è una rivista prodotta dalla comunità tedesca presso MandrivaUser.de. Per molto tempo abbiamo ricevuto le richieste di un numero internazionale della rivista (specialmente perchè la rivista internazionale di Mandriva , Inside Mandriva, è stata chiusa dopo l'uscita di Gael Duval dalla compagnia). MandrivaUser.de orgogliosamente presenta il primo numero internazionale della sua rivista MagDriva. Per cominciare è caratterizzata da alcuni articoli tradotti dall'attuale numero della versione tedesca, incluso un simpatico report della nostra missione al LinuxTag (con immagini). Speriamo di ricevere feedback che ci incoraggino a proseguire verso il nuovo numero." Il primo numero in inglese di MagDriva è disponibile (in PDF) per il download da qui: MagDriva_Int_1.2007.pdf (8.2MB). Felice lettura!

Release di sviluppo, inattese e di correzioni minoriModifica

Prossime Releases e AnnunciModifica

Nuove distribuzioni aggiunte al databaseModifica

Draco GNU/Linux. Draco GNU/Linux è una distribuzione basata su Slackware Linux e pkgsrc, un sistema di gestione dei pacchetti sviluppato da NetBSD. E' distribuita in forma di sistema basico minimalista, ma un grande numero di software addizionale è disponibile per la installazione dal server FTP del progetto

New distributions added to waiting listModifica

  • Slackel Linux. Slackel Linux è un live CD modulare con KDE e Compiz sviluppato in Grecia. è basato su Slackware Linux.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale