FANDOM


Distrow
Benvenuti in questo 42° numero di DistroWatch Weekly 2007!

Seguendo il rilascio di openSUSE 10.3 due settimane fa e il nuovo Mandriva Linux 2008 annunciato giovedi scorso, la rapida successione delle distribuzioni maggiori continua questa settimana con Ubuntu 7.10. Sapranno, i progettisti di queste distro, eccitare molti utenti di computer a passare a Linux? Chris Smart prova a rispondere alla domanda attraverso DistroWatch Weekly con una recensione di uno dei nuovi prodotti - ha installato openSUSE 10.3 sul suo fedele MacBook. Nella sezione delle news: Mandriva semplifica il parco dei suoi prodotti, Ubuntu si prepara ad un nuovo assalto dei download e Fedora abbraccia l'artwork sviluppato dagli utenti della comunità. Infine non dimenticate due interessanti interviste con Lucas Villa Real di GoboLinux e Gerard Beekmans del progetto Linux From Scratch. Buona lettura!

Mandriva LinuxModifica

Dopo un piccolo rinvio causato da bugs dell'ultimo minuto, Mandriva Linux 2008 è stato finalmente rilasciato la scorsa settimana. In termini di dotazioni è in linea con le altre maggiori distribuzioni aggiornate - il solito giro di pacchetti aggiornati, supporto hardware migliorato e lavoro di abbellimento del desktop, sono tutti presenti nella release finale. Ma ci sono molte aree nelle quali il nuovo Mandriva differisce dai predecessori: il numero delle edizioni commerciali è si è ridotto ad uno (PowerPack) ed il suo costo è stato rivisto al ribasso; gli utenti possono ora fare una sottoscrizione per ricevere due PowerPack all'anno per soli 49.00 (prima 99.00) €. Accanto alla edizione PowerPack sono disponibili il solito Mandriva "One" live CD installabile, completo di drivers video proprietari ed altre convenienze del desktop ed il tradizionale, non-live, "Free" edition.

Per i fans di GNOME tra gli utenti di Mandriva, ci sono alcune buone notizie - la edizione GNOME di Mandriva "One" 2008 è stata finalmente rilasciata e caricata sui servers pubblici lunedi: "La versione GNOME di Mandriva Linux 2008 One è stata rilasciata ed è ora disponibile via BitTorrent o dai siti mirrors. Fornisce le stesse grandi dotazioni delle altre edizioni di Mandriva Linux 2008, con il desktop pienamente aggiornato di GNOME 2.20. Speriamo che questo renda felici tutti i nostri utenti di GNOME!" Scaricate le immagini ISO via BitTorrent o direttamente da uno di questi servers FTP/HTTP: mandriva-linux-2008-one-GNOME-cdrom-i586.iso (659MB, MD5).

UbuntuModifica

Seguendo il grande successo di openSUSE 10.3 e di Mandriva Linux 2008, l'attenzione dei cacciatori di nuove releases, si sposta su Ubuntu 7.10 "Gutsy Gibbon", pronto per la fine di questa settimana. Come d'abitudine, una nuova release di Ubuntu tende ad essere vista come un banco di test principale sia per la infrastruttura dei download del progetto, che per il suo sito web; coloro che sono stati testimoni durante il rilascio della precedente versione di Ubuntu, ricorderanno che il sito della distribuzione è stato inaccessibile per tutto il tempo del rilascio e decine di migliaia di impazienti utenti hanno provato a connettersi ai servers sovraccarichi. Per coloro che vogliono evitare questo disperato attacco c'è una semplice soluzione - scaricate la release candidate da uno dei mirrors di Ubuntu (leggete l'annuncio di rilascio per un elenco dei siti aggiornati) in qualunque momento all'infuori di venerdi ed usate Aptitude o Synaptic per aggiornare ogni pacchetto che debba essere aggiornato, prima che inizi il grande assalto ad Ubuntu. Ciò è sicuro e pienamente supportato - ed un metodo rapido per avere la ultima Ubuntu pronta e funzionante, mentre il resto del popolo di Ubuntu sta correndo per avere la propria immagine CD. E se volete ancora avere il CD, potete scaricarlo più avanti quando l'interesse per la nuova distro è calato, oppure ordinarlo presso ShipIt.

FedoraModifica

Fino a poco tempo fa l'estetica del desktop non era una cosa che togliesse il sonno ai progettisti di una distribuzione Linux. Nuove funzionalità, supporto hardware e aggiornamenti dei pacchetti prendevano la precedenza sul lavoro dei disegnatori grafici che venivano sempre in seconda linea rispetto al programma. Non è più così. Con la maturazione delle distribuzioni, si da maggiore enfasi alla creazione di un desktop che sia non solo funzionale, ma che piaccia anche agli occhi degli utenti. Il progetto Fedora è in prima linea su questa iniziativa, che risulta in uno dei desktop di maggiore attrazione estetica rispetto ad ogni altra distribuzione. Come può accadere? Informatevi meglio con questa intervista con il leader del team di artisti di Fedora Máirín Duffy.

GoboLinuxModifica

Mentre ottobre è considerato come il periodo di rilascio delle distro maggiori, molti piccoli progetti continuano il loro lavoro in preparazione della nuova release. Uno di questi è GoboLinux, una distribuzione desueta che si attiene ad un nuovo disegno del tradizionale file system UNIX, rimpiazzandolo con qualcosa di più "moderno e logico". Lucas Villa Real, lo sviluppatore di GoboLinux, ha strappato del tempo al suo lavoro per parlare a Packt Publishing circa le ragioni del progetto di provare ad abbandonare l'"antica" tradizione UNIX: "La maggiore ambizione era quella di avere un metodo semplice di creare e scambiare pacchetti binari da programmi compilati e installati da codice sorgente. Separare l'albero del file system in sottodiramazioni pre-programmi sembrava la cosa più logica, così i pacchetti potevano essere creati solo comprimendo la loro directory, o rimuoverli semplicemente cancellandoli. Un altro interessante vantaggio è quello di poter installare molte versioni dello stesso programma, così ogni versione può stare all'interno della propria directory. E questo ci da una caratteristica unica: nessun database è necessario per dirci quali pacchetti sono installati e quali files offrono ciascuno di essi; è solo questione di ispezionare la directory e i contenuti/programmi al suo interno."

Linux From ScratchModifica

Infine, completando un trio di interessanti interviste pubblicate la settimana scorsa, ecco questa con Gerard Beekmans, il fondatore di Linux From Scratch (LFS): "Insegnare è stato sempre il principale obiettivo di LFS. Questo non cambierà. Ma non ci sono limiti all'insegnamento. Come noi tutti abbiamo imparato molto sulla creazione di un sistema Linux e l'integrazione di un pacchetto, queste conoscenze devono essere condivise con la comunità. I libri di LFS sono un buon posto dove conservare ciò in un formato conciso. Ma penso che non dobbiamo ignorare i processi automatici che si verificano in ognuno. Come primo esempio, io uso (naturalmente) LFS al lavoro. Tutti i nostri servers Linux sono basati su LFS, ma ci sono delle volte in cui io sono forzato (temporaneamente) ad usare un sistema diverso. Nella mia mente LFS non è solamente un aiuto all'insegnamento. Una volta che ha imparato tutto quello che c'è da sapere (se una persona ha tempo sufficiente), la gente continua a usare LFS in quanto ha a disposizione un sistema che comprende e non ci sono motivi sufficienti da parte di una distrbuzione di farvi cambiare un metodo che possa essere in conflitto con questo metodo."

Release di sviluppo, inattese e di correzione bugsModifica

Prossime Releases e AnnunciModifica

  • 2007-10-18: Fluxbuntu "Gutsy Gibbon"
  • 2007-10-18: Ubuntu 7.10
  • 2007-10-XX: sidux 2007-04
  • 2007-11-01: OpenBSD 4.2
  • 2007-11-08: Fedora 8
  • 2007-11-XX: Gentoo Linux 2007.1
  • 2008-01-XX: sidux 2008-01
  • 2008-04-XX: sidux 2008-02
  • 2008-05-12: Musix GNU+Linux 1.0R4
  • 2008-09-XX: Debian GNU/Linux "Lenny"
  • 2009-04-06: [[Musix</a> GNU+Linux 2.0

Nuove distribuzioni aggiunte alla lista di attesaModifica

  • MitraX. MitraX è un distribuzione Linux basata su Slackware. Con un ingombro di 50 MB MitraX può essere alloggiato in un minidisk. MitraX è principalmente inteso per un uso da parte di amministratori di sistema e di rete
  • PureOS. PureOS è un live CD francese basato sulla branca testing di Debian. E' disegnato principalmente per utenti di lingua francese
  • Syllable Server. Il Progetto Syllable crea un set di sistemi operativi che interagiscono con una rete. Syllable Desktop è un sistema operativo desktop completo eccezionalmente potente, veloce e facile da usare. Ha il suo kernel, file system, interfaccia grafica utente e applicazioni adattati. Syllable Desktop è basato su AtheOS, è ampiamente adattato a POSIX.1 e usa molte utility GNU. Syllable Server è un server operativo
  • Untangle Gateway Platform. Untangle Gateway Platform è una porta di rete basata su Linux con moduli installabili per applicazioni network come bloccaggio spam, filtraggio web, anti-virus, anti-spyware, prevenzione delle intrusioni, VPN, SSL VPN, firewall e altro.

DistroWatch databaseModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale