Fandom

LinuxWiki

Il mio Kororaa 17 "Bubbles" KDE

347pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Premessa Modifica

Kororaa.png
Sono poche le distribuzioni equipaggiate con KDE che sono rimaste nel mio PC e Kororaa 17 è una di quelle. L'ho scelta perchè avevo avuto una esperienza più che positiva con la versione precedente, ma vestita di Gnome 3 e perchè non posso arrendermi di fronte a KDE. Se tanti lo usano, deve avere qualche nota positiva.

Kororaa è per Fedora, quello che Ubuntu è per Debian, quindi una distro che rende Fedora più umanamente approcciabile dal largo pubblico ed infatti Kororaa è più che indicata per chi si avvicina al mondo Linux e vuole qualcosa che gli renda la vita facile.
L'obiettivo principale di Kororaa è quello di fornire un sistema completo, facile da usare per un uso generico del computer. Per poterlo fare ecco come è organizzata Kororaa:

  • Supporto per il maggior numero di hardware possibile
  • Applicazioni predefinite, desiderate dagli utenti finali (ad esempio Firefox rispetto a Konqueror)
  • Capacità di riproduzione multimediale immediata, usando software libero (con la sola eccezione di Flash)
  • Capacità di usare Flash sul web (installabile, se l'utente lo desidera)
  • Applicazioni specifiche per tipologia d'uso, senza aggiungere inutili doppioni
  • Fornire howtos e guide su come usare il sistema
  • Creando una piccola comunità di utenti

Vediamo quindi di procedere ad illustrare le caratteristiche e gli usi più basilari di questa distribuzione.
Buona lettura :-)

Scheda tecnica Modifica

  • Nome: Kororaa "Bubbles"
  • Versione: 17
  • Tipologia: live/installabile
  • Orientamento: Desktop
  • Architettura: i686
  • Derivazione: Fedora 17
  • Desktop environment: KDE 4.8.4
  • Kernel: Linux 3.4.4-5.fc17.i686 i686
  • Requisiti minimi di sistema: Processore i686 a 1000 MHz, 1 GB di RAM, 5 GB di spazio su disco, lettore ottico DVD, porta USB
  • Ciclo di rilascio: Segue i rilasci di Fedora
  • Metodo di aggiornamento: Yum

Test Modifica

La mia esperienza è avvenuta brevemente in sessione Live, giusto il tempo per l'installazione, mentre la maggior parte del mio tempo trascorso con Kororaa è avvenuto dopo la sua installazione. Ho impiegato un PC con queste caratteristiche e devo dire che il sistema ha riconosciuto e configurato tutto l'hardware senza tentennamenti e con efficacia assoluta.
Per quanto riguarda l'avvio del sistema, non ho dovuto modificare le impostazioni di boot.

  • Riconoscimento e caricamento del kernel = OK
  • Efficacia dei tasti funzione = n.v.
  • Avvio del server X = OK
  • Risoluzione video = 1024x768 poi modificata a 1280x1024 con lo strumento previsto nel Centro di Controllo.
  • Opzione lingua italiana = NO, i pacchetti per il supporto vanno installati successivamente come illustrerò di seguito
  • Opzione tastiera italiana = NO, ma è possibile rapidamente ottenere la tastiera italiana
  • Automount dei dispositivi = NO
Nota: Anche in Kororaa 17 KDE ho notato che l'uso dei drivers Nouveau per le schede nVidia non fa altro che rendere il desktop instabile. Per due volte consecutive, mentre stavo già scrivendo questa Recensione/Guida, il sistema si è chiuso repentinamente, riportandomi alla schermata di login, cancellando quello che avevo fatto e solo la bontà di Bluefish ha permesso di non perdere il mio lavoro.
Ad installazione completa dei drivers nVidia, tutto è andato a posto ed il sistema ha mostrato una ottima solidità. Tra l'altro Kororaa si avvale dello strumento di gestione dei drivers tipico di Ubuntu e derivate, Jockey. Quindi installare i drivers proprietari in Kororaa è alquanto semplice ed efficace.


Opzioni e Tempi di caricamento Modifica

Una volta che venga avviato il PC con il DVD di Kororaa nel lettore, si accede in breve tempo alla schermata con le opzioni di boot. Io ho selezionato quella per caricare il desktop.
La schermata di caricamento è contraddistinta da sfondo nero e da un disco bianco che si completa man mano in senso orario.
Al momento dell'avvio del server grafico compare una schermata grafica sobria e con il nome della distribuzione. Si tratta della splash screen di KDE che, con un elegante effetto di fade-in, annuncia il caricamento dei dischi, dei servizi, del desktop, delle strutture di rete e dell'ambiente desktop vero e proprio.
Si giunge al desktop propriamente detto, nel giro dei canonici 2 minuti, accompagnati dal brevissimo brano musicale tipico di KDE 4.x.
Trattandosi di un sistema Live e considerando che KDE avvia molti servizi, posso di certo dire che si tratta di un sistema scattante, leggero e del tutto in linea con i sistemi Linux attuali più conosciuti.
Tuttavia voglio sottolibeare il fatto che, da sessione Live, non è possibile montare dei dispositivi di stoccaggio come le chiavette USB. Accedendo al file manager Dolphin per aprire la chiavetta USB, questo mostra un messaggio che annuncia che il demone per la gestione dei volumi non è attivo. Io non sono riuscito a spostare le numerose schermate catturate nella mia stick USB.
Per poter avere le immagini della installazione, me le sono dovute spedire per e-mail!!!
Comunque, a parte questo inconveniente, devo dire che Chris Smart ha fatto un gran bel lavoro di ottimizzazione.

Installazione Modifica

Installare Kororaa è un affare di pochi minuti. L'Installer grafico è quello di Fedora ed è a prova di babbeo. Solo nel momento della scelta della partizione occorre prestare maggiore attenzione. Come sempre, prima di procedere, voglio ricordare:
Nota: Di effettuare un backup completo dell'eventuale sistema presente sull'hard disk del vostro PC
Di cercare di avere un disco già partizionato, in modo da non dover comprimere dati e partizioni già presenti nel disco e che potrebbero reagire molto male a questo processo. Kororaa offre GParted per questa funzione e ricordate di riavviare il sistema appena avete concluso il partizionamento, per far si che l'installer abbia a disposizione una tabella delle partizioni chiara e già stabilita.
Di leggere queste raccomandazioni.

Procediamo quindi alla installazione su un disco già partizionato (opzione ideale per chiunque). Appena cliccato due volte sull'icona dell'installer posta nel Folder-Viewer (Visualizzatore delle cartelle) sul desktop, occorre: Scegliere la tastiera Basta scorrere l'elenco dei layout disponibili fino a quello italiano e selezionarlo con un click.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale