FANDOM


Cos'è Linux?

Linux è un sistema operativo derivato da UNIX - ma non certificato come sistema UNIX - e sviluppato da Linus Torvalds nel 1991 e offerto alla comunità mondiale di sviluppatori liberi affinchè provvedesse e contribuisse a renderlo un sistema usabile a tutti gli effetti.
Non va confuso Linux quale kernel (o nocciolo centrale di una distribuzione) dal Linux generico inteso come distribuzione provvista di ogni struttura e servizio utili allo sfruttamento da parte di ogni tipologia di utenza.
Linux è il nocciolo centrale di un sistema operativo attorno al quale si collegano tutte le restanti strutture che formano poi il sistema operativo che viene usato in un computer. Slackware Linux, Debian GNU/Linux, Mandriva Linux, Ubuntu ed altri sono sistemi operativi che annidano al loro interno il kernel Linux e lo addizionano di soluzioni e strumenti caratteristici del singolo sistema operativo completo (detto anche Distribuzione o, brevemente, Distro).
Linux, per creare il suo desktop e aspetto grafico si basa sull' "X Window System" e sul "Window Manager", due componenti che dialogano con il kernel al fine di creare il desktop.
L'"X Window System" si occupa di creare lo sfondo, mentre il "Window Manager" si occupa della costruzione delle finestre.
Linux non assomiglia affatto a Windows® e si fonda su tecnologie, codici e filosofia diversi. Tuttavia Linux sfrutta le dotazioni del computer e completa le operazioni richieste al fine di ottenere risultati del tutto simili, talora identici.
Senza scendere in dettagli tecnici è importante comprendere che Linux è un progetto Open Source il che lo rende libero da restrizioni commerciali o di brevetto. In questo modo il kernel può essere visionato, modificato, diffuso e copiato in piena libertà . Vediamo quindi le ragioni per le quali si ritiene che Linux sia la croce e la delizia dell'utenza.

Pro Contro

Linux incarna il concetto di libertà e condivisione

Fin dalla sua nascita nella mente di Linus Torvalds, lo studente finlandese che ne produsse il kernel primigenio, Linux è un progetto di libero utilizzo e sviluppo e fonda la sua crescita e la sua potenza sulla condivisione delle conoscenze e delle esperienze e lo staff che ne porta avanti lo sviluppo è composto da un numero di persone indefinito e immenso. Linux non è un progetto in cui si riconosca un proprietario univoco, Linux è pertanto un progetto patrimonio dell'Umanità. Ogni singolo utilizzatore diviene quindi membro di un consesso mondiale di persone libere e disposte alla condivisione.

Linux è gratuito

Linux è divulgato sotto Licenza del Libero Software e per queste ragioni le distribuzioni Linux oggi disponibili sono gratuite se scaricate dal Web, mentre alcune se si vogliono ottenere su supporto fisso e con documentazione allegata richiedono il pagamento di una somma molto contenuta pur rimanendo il concetto di libero impiego e divulgabilità. A differenza di altri sistemi operativi Linux può essere copiato, regalato, scambiato e divulgato a piacere del proprio possessore, comprese le versioni a pagamento.

Linux è patrimonio di tutti

Linux una volta ottenuto e inserito su supporti fissi (CD, DVD, USB Pendrive, HD esterni) può essere divulgato liberamente, copiato, distribuito e promosso all'uso altrui senza limitazioni e in totale libertà. Allo stesso tempo Linux è esplorabile, modificabile, adattabile, personalizzabile in base alle esigenze del singolo il quale potrebbe addirittura sviluppare una propria distribuzione e divulgarla a proprio piacimento (con o senza remunerazione) purchè rispetti il concetto di Software Libero (a sorgenti aperti per l'esplorabilità e la modifica). Linux è a disposizione di tutti e per gli impieghi più vari e non impone al proprio utilizzatore quelle regole e quelle limitazioni tipiche di altri sistemi operativi.

Linux si adatta alle esigenze di ognuno

Linux possiede numerosissimi programmi di adattamento alle esigenze del singolo utente a cominciare dal gestore del desktop, per approdare ad applicativi molto sofisticati e potenti in grado di soddisfare esigenze che vanno dalla gestione di un ufficio, alla produzione di software e applicativi per il web, dalla produzione di immagini alla gestione di video e pubblicità, ma Linux si spinge ben oltre giungendo a offrire la possibilità di essere divulgato in versioni assai diversificate e molto malleabili anche per affrontare problemi di sicurezza nazionale o gestione di complesse architetture militari.

Linux è supportato da tutta l'umanità

Linux si onora del fatto che al suo sviluppo concorre l'intera umanità. Schiere di programmatori singoli, o vere e proprie software house si danno da fare per migliorare il sistema operativo più democratico della storia dell'informatica. Sono pochi i programmatori o gli ingegneri informatici che non abbiano dato un loro contributo allo sviluppo di Linux e del software adatto ad esso. Questo fa si che il confronto e lo scambio delle idee, la correzione dei difetti e l'implementazione di nuove tecniche siano operazioni collegiali estese a tutto il globo terrestre. A differenza di altri sistemi operativi nei quali prevale gelosia e chiusura, Linux ha nella comunità mondiale il suo punto di forza che ne determina vitalità e fascino.

Linux è un prodotto affidabile, solido e sicuro

Linux e tutte le distribuzioni che lo diffondono sono libere dalla logica del profitto e per questo sono libere dal concetto di "fretta", nessuno ha fretta di produrre per ricavarne un tornaconto. Quello che viene messo in campo per l'uso di un sistema come Linux ha beneficiato di un lungo periodo di ottimizzazione e di perfezionamento e per questo Linux può a ragione essere identificato come il sistema più solido ed efficace oggi disponibile, qualità che si accompagnano quindi a quella di "affidabilità" per cui in ambiente Linux il crash di sistema è una eventualità improbabile o molto remota. L'implementazione di tecnologie di accurata gestione delle risorse fa si che siano solo le applicazioni a poter avere delle difficoltà - peraltro molto rare - senza che si determini un crash globale del sistema.
L'affidabilità del sistema e dei programmi ad esso adatti fa si che un computer Linux sia pressochè immune ad attacchi malvagi.

Linux è pressochè immune da virus ed altri agenti nocivi

Sebbene non sia possibile affermare che Linux è inattaccabile da virus e agenti malvagi, è possibile invece affermare che lo sia decisamente e notevolmente meno di altri sistemi operativi. La sua architettura, la sua solidità e la sua purezza lo rendono un sistema molto resistente ad attacchi malevoli e questo è confermato dal fatto che la stragrande maggioranza degli utenti Linux non abbia installato sulla propria macchina alcun antivirus pur frequentando assiduamente il web.
Tale refrattarietà trova le proprie ragioni nella assoluta ottimizzazione del software impiegato in ambiente Linux per cui falle o inesattezze siano molto rare e quindi non sfruttabili da agenti infettanti.

Linux ha un'immensa disponibilità di applicativi e utilità

Linux è il sistema operativo con il più vasto parco di software impiegabile per gli usi e per le necessità più varie. Non esiste una sola necessità dell'utenza che venga trascurata da Linux e ogni distribuzione ospita predefinitamente decine di queste applicazioni per gli usi più comuni. Per gli usi specifici Linux mette in campo una gestione ottimale dei pacchetti degli applicativi e l'ottenimento di software è quanto mai semplice e sicuro.
Il software di Linux è accuratamente testato e praticamente esente da bugs e imperfezioni e qualora questi fossero presenti, la comunità internazionale è sempre pronta a rimediare. Il software di Linux è assolutamente privo di virus e di agenti malvagi che possano contaminare il computer

Linux ha livelli di compatibilità pressochè totali

Malgrado che persista ancora la convinzione che Linux e gli strumenti adatti ad esso rendano incompatibile lo sfruttamento di prodotti costruiti con altri sistemi, è ormai assodato che Linux è oggi fornito di strumenti che permettono di condividere files prodotti con sistemi differenti. Un esempio particolarmente importante è rappresentato dalla condivisione di files ottenuti da noti programmi per ufficio per estendersi a files multimediali, ai files per il web e tanti altri. Alcune distribuzioni particolarmente sviluppate per la compatibilità permettono addirittura di usare sotto Linux, programmi nati per altri sistemi operativi. Linux cerca assolutamente di raggiungere il massimo potenziale del "File sharing".

Linux permette e favorisce il recupero di vecchi computer

L'estrema versatilità e malleabilità di Linux ha permesso lo sviluppo di distribuzioni particolarmente adatte a computer che possiedono prestazioni limitate e che proprio grazie a Linux assurgono a nuova vita ed efficienza. Linux consente a computer datati di svolgere onestamente funzioni che con altri sistemi operativi sarebbero irraggiungibili. Citiamo a questo proposito Damn Small Linux in grado di offrire strumenti adeguati alle necessità principali di ogni utente.

Linux è particolarmente indicato per l'ambiente scolastico ed educativo

Linux si adatta in modo particolare a fini educativi e nelle scuole di ogni ordine e grado. A partire dalla gratuità per non tralasciare solidità e affidabilità, Linux offre strumenti di rilievo per le funzioni educative e molte distribuzioni sono state costruite proprio a questi fini. Citiamo a questo proposito le seguenti distribuzioni : Edubuntu Scientific Linux EduKnoppix L'uso di strumenti dedicati appositamente all'insegnamento ed al supporto educativo permettono a Linux di essere uno strumento d'aiuto a qualsiasi insegnante. Non va poi trascurato il fatto che Linux non avendo segreti permette di insegnare agli allievi come effettivamente funziona un computer e non solo come usarlo.

Linux rispetta la privacy e la libertà delle persone

Linux non sfrutta software proprietario e non usa sistemi proprietari di lettura dei supporti multimediali per cui è predefinitamente insensibile all'uso di tecnologie oggi tanto discusse e che potrebbero violare la privacy di ogni singolo cittadino (con riferimento al controverso Trusted Computing). Linux rispettando la proprietà privata, non necessita di essere supportato da software che indaghino sull'uso legale o illegale della macchina nella quale è ospitato. Linux non deve spiare nessuno perchè semplicemente non c'è nulla da spiare.</dd>

Linux promuove e favorisce la ricerca e lo sviluppo

Linux non essendo legato al profitto in senso stretto e contando su una schiera di sviluppatori che nessuna azienda con ricavi può vantare di avere, favorisce la ricerca spontanea e lo sviluppo senza dover per forza seguire strategie di marketing o illusioni di guadagno. Chiunque, dei tanti sviluppatori di Linux, può indirizzare le sue ricerche e le sue potenzialità nella direzione che più ritiene utile a se stesso o alla comunità e non dovendo consegnare il lavoro a scadenze precise, ha dalla sua parte un importante valore, il tempo. Lo sviluppo di Linux quindi non avviene esclusivamente sulla quantità dei prodotti, ma sulla loro qualità che è sempre di altissimo livello.

Linux non è pubblicizzato

Purtroppo Linux non ha ricevuto finora alcun beneficio derivante dai normali sistemi di pubblicità diretta o indiretta. Ne deriva che Linux gode esclusivamente del "passaparola" e dell'opera attiva dei suoi utilizzatori che cercano di fare opera di proselitismo non sempre facile da portare avanti.
Sarebbe importante che le società impegnate nella produzione e commercio di distribuzioni Linux a pagamento, prendessero in considerazione l'idea di avviare una campagna pubblicitaria di rilievo per divulgare i propri prodotti, ma soprattutto per divulgare il concetto di Software Libero.

Linux non è installato predefinitamente sui pc

Allo stato attuale solo pochissime iniziative commerciali offrono computer con Linux preinstallato. La stragrande maggioranza della distribuzione informatica e tecnologica offre e vende computer esclusivamente dotati di altri sistemi operativi di tipo commerciale a pagamento e licenziati secondo le caratteristiche del software proprietario. Questo limita molto la diffusione di Linux sia in ambito professionale/gestionale sia in ambito domestico. Sarebbe molto importante che le maggiori società che producono computer offrissero una gamma di prodotti Linux embedded che potrebbero avere il pregio di costare anche meno.

Linux non è sempre facile da installare

Linux nelle sue numerose distribuzioni ha processi e software di installazione molto diversi, alcuni facili da gestire altri meno. Alcune distribuzioni richiedono conoscenze approfondite della macchina nella quale verranno installate, altre sono di uso amichevole e per utenti inesperti, tutto sta a conoscere quali distribuzioni siano meno indicate per utenza inesperta. E' possibile che l'installazione di distribuzioni più complesse determini incidenti anche gravi a carico del computer e che si debba poi ricorrere alla formattazione dell'intero HD con conseguente perdita dei dati. Ne deriva che l'utente inesperto debba informarsi su quale distribuzione fa al caso suo ed in linea di principio le distribuzioni di maggior diffusione (Mandriva Linux, Suse, Fedora, PC-BSD, Linspire, Xandros), hanno tools di installazione di facile gestione.

Linux potrebbe richiedere generose dotazioni hardware

Linux è in grado di offrire prestazioni e servizi di grande complessità e potenza, ma questo potrebbe richiedere dotazioni hardware di rilievo e quindi costose. Linux compensa queste richieste con la sua gratuità, tuttavia mal si adatta a macchine datate se vengano richieste sofisiticate gestioni grafiche o vengano lanciate molte applicazioni simultaneamente o se venga richiesta l'elaborazione di ingombranti e complicati files multimediali. Per queste ragioni è necessario che l'utente che voglia implementare Linux in una macchina non più giovane sappia che deve adattare il sistema operativo alle esigenze proprie del pc che lo ospiterà

Linux è spesso diverso da altri sistemi operativi

Linux è un sistema del tutto originale e per queste ragioni ha comportamenti e usanze talvolta altrettanto originali. Riservando un occhio di riguardo alla sicurezza ed all'uso cosciente della macchina nel quale viene ospitato, Linux impone dei filtri e degli accorgimenti che solo all'apparenza possono sembrare responsabili di complicatezza d'impiego, ma che in realtà consentono un uso adeguato e sicuro del proprio strumento informatico.
Solitamente ogni distribuzione offre la scelta di due gestori desktop per adeguarsi alle richieste dell'utente e della macchina che possiede al fine di ottimizzare lo sfruttamento degli strumenti e di soddifare le esigenze estetiche e funzionali richieste dal medesimo. KDE e GNOME sono in genere i due gestori del desktop che ofrono funzionalità e accorgimenti di grande utilità, ma nel panorama delle distribuzioni Linux si possono avere una decina di gestori desktop differenti e originali.
Attraverso la identificazione di un amministratore e di un utente della macchina, Linux apparentemente complica l'uso del computer, ma effettivamente consente un uso sicuro e solido del medesimo evitando manomissioni casuali e pericolose del sistema. In questo modo solo con azioni consce e ponderate sarà possibile installare programmi, accettare cookies e avviare procedure che influiscano sul sistema nel suo complesso. Proprio con questo sistema di filtraggio delle utenze Linux offre un solido sbarramento all'entrata di agenti malvagi.
Attraverso un FileSystem ben architettato Linux colloca documenti, programmi, utilities e files in modo rigoroso e questo determina la perfetta rintracciabilità dei medesimi, all'utente è solo richiesto di rispettare le procedure di catalogazione e proprio in virtù di questo rigore Linux non ha bisogno di deframmentazione e manutenzione.
Linux si basa e utilizza software libero quindi rispettoso delle convenzioni relative alle proprietà intellettuali e materiali. Con l'uso di Linux non c'è necessità di effettuare nulla di illegale e l'uso del computer diviene quindi assolutamente trasparente e moralmente irreprensibile. Purtroppo questo comporta che nell'uso di Linux sia impossibile avvalersi di software proprietario anche se molto conosciuto e di uso comune, tuttavia al software proprietario corrisponde sempre la presenza di software libero di simili capacità, con qualche eccezione (vedi AutoCAD, Flash, Dreamweaver, Photoshop)
Alcune distribuzioni Linux non implementano nativamente i codec relativi allo sfruttamento di supporti come DVD, mp3, mpeg, e tutto questo per il rispetto delle proprietà di simili codec, tuttavia Linux offre il supporto a codec liberi e spesso standard.
Linux è un Sistema Operativo di grande potenza e gestibilità, ma richiede che l'utente che abbia scelto di usarlo sia disposto ad un apprendistato che, sorprendentemente e per alcune distribuzioni, può essere molto breve e amichevole.

Linux richiede all'utente di informarsi

Poichè la maggior parte degli utenti di computer utilizza sistemi operativi non liberi e con usanze e applicativi specifici per questi sistemi è necessario che il loro transito a Linux sia supportato da una adeguata documentazione che permetta loro di affrontare le iniziali difficoltà di ambientamento. Questo potrebbe portare a rinunce o rifiuti al trasferimento dei propri interessi verso il mondo di Linux e del Software Libero, tuttavia pazienza e curiosità potranno rendere questo trasferimento molto più semplice di quello che si possa credere. Milioni di pagine web compongono centinaia o migliaia di guide all'uso di Linux e del software ad esso dedicato e ogni più piccolo problema ha una soluzione che deve solamente essere cercata e utilizzata.

Linux ama il rispetto della proprietà

Linux rispetta il software proprietario rendendo disponibile software libero. Il rispetto della proprietà del software comporta che in ambiente Linux non siano disponibili programmi di uso comune ma non libero. Questo, per chi usa il computer con questi ultimi, è un difetto, ma non lo è nella sostanza. Usare software, proprietario o meno, è una scelta.

Linux ha problemi con alcune dotazioni hardware

Linux ha effettivamente qualche problema con alcune periferiche e con alcune strutture hardware, ma questo non è determinato da difetti del sistema operativo, ma dal fatto che i produttori di quelle strutture hardware non hanno reso disponibili i driver alla comunità Linux affinchè ne potesse produrre una versione compatibile da implementare nelle distribuzioni Linux. La mancata compatibilità di alcune strutture hardware con Linux è il frutto di quella chiusura al concetto di software libero intrapreso da alcune società. La comunità planetaria Linux è sempre disponibile ad accettare la collaborazione da parte delle società che producono hardware al fine di rendere l'uso del computer un espressione di libertà.


Adesso, il problema che maggiormente colpisce gli utenti meno esperti è:"Possiamo fidarci di un sistema operativo gratis, modificabile e solo scaricabile da internet?". La maggior parte di questi utenti risponde no. Invece, Linux è il simbolo stesso dell'affidabilità! Infatti, se voi avete Windows molte volte si verificano dei problemi e il computer va lento perchè dovrebbe essere potentissimo (soprattutto con Windows Vista), ma voi non volete spendere troppo. Ebbene, Linux è la soluzione ai vostri problemi. Non fatevi abbindolare dalle pubblicità di Microsoft. Con le modifiche apportate in questi ultimi anni, Linux è senza dubbio la migliore alternativa all'ormai onnipresente Microsoft Windows. Infatti, sono state apportate a Linux nuove funzionalità di sicurezza e gestione della rete, degli utenti e della comunicazione.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale