FANDOM


Mint.png

N.B. : Disponibile anche in inglese

PremessaModifica

Clement Lefebvre è uno sviluppatore Linux di prima importanza e l'entusiasmo che mostra nel fare il suo lavoro si concretizza nella ottima distribuzione Linux che si chiama Linux Mint, giunta da pochi giorni alla versione 4.0, dopo subentranti precedenti versioni sempre migliori di volta in volta.
Ho scaricato subito la versione oggetto di questa recensione e mi accingo ad eseguirne una recensione.
Vediamo.

Nome e TipologiaModifica

Linux Mint 4.0, nome in codice "Daryna", è un sistema operativo Linux completo, live Installabile, orientato al desktop, basato su Ubuntu realizzato in Irlanda ed ottimizzato per architetture i686. Per precise intenzioni dello sviluppatore Linux Mint si addice all'utenza in transizione verso sistemi Linux e quindi a principianti e studiosi di sistemi Linux.

TestModifica

Il test è stato effettuato in seduta Live, senza installazione, su un laptop con processore AMD Sempron. Al momento dell'avvio non sono stati impostati parametri specifici di boot o di correzione di problemi. Tuttavia dopo l'avvio del sistema e in prossimità del lancio del server grafico, questi non ha riconosciuto adeguatamente la scheda grafica ed il monitor e sono stato obbligato a configurare il server X in corso di booting. La configurazione è avvenuta del tutto semplicemente e il risultato è stato adeguato e rispondente alle mie esigenze.

  • Riconoscimento e caricamento del kernel = OK
  • Efficacia dei tasti funzione = OK
  • Avvio del server X = NO
  • Risoluzione video = NO
  • Opzione lingua italiana = NO
  • Opzione tastiera italiana = OK
  • Automount dei dispositivi = NO

Opzioni e Tempi di caricamentoModifica

Dopo l'avvio del CD si viene accolti nella boot page dove sono presenti poche opzioni :

  • Start Linux Mint
  • Start Linux Mint in safe graphics mode (per computer datati)
  • Boot from first hard disk

I tasti funzioni cliccabili sono i seguenti :

  • F1 per l'aiuto al boot ed alla impostazione di valori specifici
  • F2 Language per la impostazione della lingua di default (solo inglese)
  • F3 Keymap per la impostazione del corretto layout di tastiera (è previsto quello italiano)
  • F4 VGA per la corretta impostazione della risoluzione video
  • F5 Accessibility per la impostazione dei presidi di accessibilità
  • F6 Other Options per l'impostazione di opzioni di boot aggiuntive

Io mi sono limitato a premere il tasto Invio e il caricamento del sistema è iniziato. Questo viene mostrato a schermo da una interfaccia grafica con barra di caricamento pendolare. Dopo qualche tempo, una schermata testuale mostra il completamento del processo di avvio ed a questo punto, quando doveva avvenire il caricamento del server X, sono cominciati i problemi. Il server X è stato avviato, ma non era in grado di configurare lo schermo e la adeguata risoluzione, funzionando in "low graphic mode". Una finestra di dialogo mi ha posto davanti alla scelta di continuare in quel modo, di provare la configurazione o di spegnere il sistema. Io ho naturalmente scelto di configurare X in modo che potesse funzionare. Ho quindi scelto un produttore generico, un tipo di schermo LCD con risoluzione a 1024x768 pixel ed ho cliccato su OK per completare il settaggio. Tutto ha funzionato per il meglio ed il server ha mostrato la scrivania del sistema alla corretta risoluzione.
Naturalmente non mi è stato possibile fare un conto del tempo che impiega la distro per giungere a completamento.

Ambiente grafico ed AspettoModifica

Linux Mint ha come fine ultimo quello di rendere Linux facile da usare e bello da vedere ed il motto che contraddistingue questa distro è "From freedom came elegance". E' vero! Linux Mint è un sistema elegante e GNOME esprime l'eleganza della semplicità e della sintesi. Lo sfondo della scrivania è nero con un punto di luce quasi centrale dove è presente anche il logo della distribuzione. Accanto ad esso di trova il nome della distrbuzione ed il motto della medesima.
La barra delle applicazioni e del menu si trova nella parte bassa dello schermo e mostra alla sinistra il tasto del menu principale, l'icona di Tomboy e dell'accesso rapido alla scrivania. Alla destra si trova l'applet della connessione web, l'orologio e l'icona del volume audio.
Le icone presenti sulla scrivania sono solamente tre (la quarta presente nella figura sottostante è data dalla mis astick memory USB):

  • Computer
  • Mint's Home
  • Install

Sono icone grandi e ben definite. Un ambito particolarmente importante del sistema è il menu generale che mostra una struttura ben suddivisa per finalità. Ci sono tre aree principali: Places, System, Applications, che sono poi le tre voci presenti nella barra delle applicazioni classica di GNOME. Da questo menu principale si accede ad ogni risorsa del sistema e risulta essere di facile impiego anche per la comoda presenza del campo di ricerca rapida.
Le finestre dei programmi sono sobriamente decorate e Linux Mint offre anche la possibilità di avviare gli effetti grafici oggi più richiesti (Compiz-Fusion). Insomma Linux Mint 4.0 è un sistema graficamente affascinante, elegante, largamente configurabile, moderno e disponibile alla integrazione 3D.

Mint4.0.jpg

Dotazioni softwareModifica

Linux Mint 4.0 è un sistema riccamente dotato e disponibile per gli impieghi più disparati. Con Linux Mint si può scrivere, disegnare, ritoccare foto, ascoltare musica e vedere film (grazie ai codecs preinstallati), rippare musica, messaggiare, chattare, navigare nel web, completare funzioni di ufficio, leggere mail, installare programmi in modo assolutamente sicuro, installare drivers proprietari, configurare il sistema e tanto altro.
Linux Mint comprende due strumenti particolarmente interessanti, MintInstall per la installazione di programmi compatibili con le repositories di Ubuntu 7.10 e MinUpdate che consente un aggiornamento del sistema senza compromettere stabilità e dotazioni. Non bisogna poi dimenticare MintAssistant per la personalizzazione del sistema e AptOnCD che consente di fare un backup delle proprie applicazioni installate nel sistema.
Insomma LinuxMint è realmente un sistema potente, ricco, facile, amichevole e largamente personalizzabile grazie al software di prim'ordine di cui è dotato.

Mint4.0 2.jpg

UsabilitàModifica

Ubuntu è per definizione un sistema usabile ad altissimo livello e Linux Mint lo è allo stesso modo se non di più. Ritengo che sia impossibile avere difficoltà di impiego del sistema, anche da parte di chi entra per la prima volta in Linux. Tutto è illustrato e non ci sono angoli nascosti o luoghi in ombra dove l'utente possa avere dubbi insormontabili. Non va poi dimenticato il supporto da parte della community di Linux Mint e, di riflesso, di quella immensa di Ubuntu.
Linux Mint è realmente un sistema a misura di umani!

Mint4.0 3.jpg

PregiModifica

  • Usabilità
  • Bellezza e purezza
  • Derivata di Ubuntu
  • Disponibilità software
  • Presenza dei codecs multimediali
  • Configurabilità e personalizzazione
  • Solidità e affidabilità

DifettiModifica

  • Qualche problema con le schede grafiche o schermi di laptop, ma di facile soluzione

Links utiliModifica

ConclusioniModifica

Linux Mint è un sistema "pronto"! Potrebbe bastare questo per sintetizzare il risultato di questo test, ma voglio aggiungere che se questo sistema possiede questa grande qualità è solo perchè alla base c'è "Il Sistema" Ubuntu che ha aperto la strada alle migliori distribuzioni oggi disponibili e Linux Mint è una di queste. Complimenti al team di sviluppo di "Daryna".

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale